giovedì 21 febbraio 2008

Google investe ingenti somme per produrre energia rinnovabile pulita

Google, come azienda e come filosofia, è sempre stata molto attenta alle problematiche legate all'energia e all'ambiente.

Ed è proprio questo suo rispetto per l'ambiente che ha portato l'azienda a lanciare l'importante annuncio, l'intenzione di approfondire e sviluppare tutte quelle tecnologie che possono fornire energia pulita.

Sotto questo aspetto, speriamo che anche altre grandi aziende possono seguire l'esempio, che si annuncia decisamente importante. Google infatti ha intenzione di produrre 1 gigawatt di energia utilizzando solo energia rinnovabile.

L’intenzione è quella di produrre quest'energia per mezzo di sole fonti ecologiche, tipo energia eolica, termo solare oppure geotermica, e questo non solo nel rispetto dell'ambiente ma anche sotto un profilo di risparmio di costi di produzione.

Infatti produrre energia con questo tipo di soluzioni, oltre che a rispettare l'ambiente, rispettano anche il portafoglio, sono tutte più economiche rispetto alla produzione di energia con il carbone fossile.

Google sta già collaborando con due grandi società specializzate, una in energia termo solare e in energia eolica l'altra. Entrambe le società sono californiane.

Google si impegna non solo a parole, ma è anche disposta a collaborare con centri di ricerche sviluppo e con le università, oltre che con nuove aziende emergenti in questo settore, il tutto naturalmente dovrà essere finanziato, e si prospettano investimenti milionari in questo settore che serviranno a finanziare il progetto
"RE C" (Renewable Energy Cheaper than Coal).

Per supportare il progetto Google ha intenzione di assumere entro 2008 un consistente numero di ingegneri esperti nella realizzazione di sistemi geotermici avanzati.

Larry Page, Presidente di Google, ha dichiarato che la sua azienda intende:
"sviluppare nuove tecnologie competitive a livello di costi e rispettose dell’ambiente. Pur essendo consapevoli dell’esistenza di alcune tecnologie molto promettenti, crediamo che ce ne siano molte altre da scoprire e realizzare".

Ovviamente, essendo un colosso nel campo del business ha concluso il suo discorso con : "ci aspettiamo anche che questo progetto porti a buone possibilità di business per noi".

...ma speriamo che soprattutto porti benefici in termini economici, ma per le bollette che dobbiamo pagare noi, oltre a rendere l'ambiente meno inquinato e più vivibile per tutti.




Vota o condividi questo articolo su Diggita



2 commenti:

giuppix ha detto...

interessante, certo che google non finisce mai di stupire

complotto ha detto...

1) La Nave di Schietti per produrre energia dal vento.

http://domenico-schietti.blogspot.com/

Gli impianti fissi per la produzione di energia eolica vengono osteggiati perchè deturpano il paesaggio, uccidono gli uccelli e hanno poca resa. Invece ci sono zone di mare in aperto oceano in cui il vento soffia costantemente per alcuni mesi all’anno che possono essere raggiunti con impianti mobili collocati sulle navi di Schietti. Milioni di marinai potrebbero guadagnare anche 1.000 euro al giorno con le navi di Schietti partendo con i serbatoi vuoti, riconducendole in porto dopo alcune settimane con i serbatoi pieni di idrogeno o aria compressa

2) Gli aerei aliante in grado di sfruttare i venti di alta quota.

Gli Aerei di Schietti partono con i serbatoi vuoti e grazie ad apposite turbine eoliche riempono i serbatoi di aria compressa o idrogeno, tornando quindi con i serbatoi pieni. In poche ore, tutti i giorni, sarebbe possibile guadagnare anche 5 mila euro e quindi dare lavoro a milioni di piloti.


3) Questi prodotti e il suo inventore, Domenico Schietti, vengono boicottati come la Serpentina di Schietti, perchè si tratta di un complotto globale, è spiegato benissimo su questo sito

http://domenico-schietti.blogspot.com/2009/10/la-storia-del-potere-in-base-al.html

4) Ci sono aziende che hanno convenienza quando aumentano i problemi e quindi che si sono unite per creare un governo mondiale ombra e una fitta rete di agenti incaricati di creare il caos in tutto il mondo per causare guerra, povertà, cambiamento climatico.